Celitablog.it - Il blog sulla moda e dintorni
Martedì, 06 Marzo 2018 06:05

LE CITTA’ DELLO SHOPPING (Terza Parte)

Con questa terza e ultima parte , concludiamo il nostro giro del mondo alla ricerca delle citta’ dello shopping. Questa volta vi portero’ in Asia e Sudamerica .

SINGAPORE

Definirei Singapore la città dell’accoglienza , quando ci sono stata già dall’arrivo all’aeroporto sono rimasta impressionata dalla gentilezza dei poliziotti della dogana , addirittura offrivano caramelle ai turisti in arrivo. Inoltre mi hanno colpito la sicurezza , la pulizia , l’eleganza e l’attenzione ai dettagli di questa città stato , mi ricordo le orchidee ovunque in tutti gli angoli di strada . Non a caso la via principale dello shopping si chiama Orchard Road dove sono distribuiti tutti i grandi marchi sia lungo strada che nei centri commerciali . Ricordo che questa strada , vero paradiso per gli acquisti di lusso , era molto curata con alberi decorati con luci , fiori e tessuti , ancora mi vedo camminando su i suoi marciapiedi . Tra un acquisto e l’altro ci si può fermare per uno spuntino o un aperitivo su uno dei tantissimi ed eleganti locali che si trovano lungo il cammino e dove si possono provare le cucine di ogni angolo del mondo . L’ultimo giorno del mio viaggio a Singapore ,nell’ hotel dove alloggiavo mi hanno proposto un escursione notturna fuori città per visitare uno zoo safari dove potessi ammirare la fauna locale ed era un occasione da non perdere ma mi sono intestardita che dovevo andare ad acquistare una borsa di Guess che avevo visto in un negozio il giorno prima per cui ho deciso , malata come sono di dare priorità allo shopping . La notte però mi rigiravo nel letto e mi sentivo in colpa perché pensavo quando mi sarebbe ricapitato di tornare a Singapore e visitare i luoghi interessanti della città e io avevo saltato un escursione per fare spese … Questa città è il top per acquisti di elettronica di ogni tipo , per quanto riguarda gli shopping center sicuramente è da segnalare quello del Marina Bay Sands , inoltre essendo una città multiculturale entrando nei vari quartieri come ad esempio Little India o Chinatown lungo le strade ci sono veri e propri mercatini di artigianato e tessuti etnici di qualità .

Orchard Road
Orchard Road

 

Michael Kors Marina Bay Sands
Michael Kors Marina Bay Sands

 

Arab Street in Little India
Arab Street in Little India

 

HONG KONG

Avevo sempre avuto il desiderio di conoscere questa città soltanto perche’ mi piaceva il nome , ho colto l’occasione di andarci quando mio marito mi ha regalato un viaggio per i miei 50 anni . Questa ex colonia britannica , mi ha colpito perche’ è un mix tra una metropoli occidentale e Cina , si passa infatti dai grattacieli modernissimi e le vie di lusso ai templi che ti riportano indietro nel tempo con le tradizioni millenarie cinesi . L’efficienza di gestire il traffico di questa città non ha niente da invidiare a Londra o alle metropoli Americane . Non ho mai visto una concentrazione di negozi di lusso come ad Hong Kong ma devo dire che ho notato che avendo i prezzi più alti che in Europa erano sempre vuoti, infatti mi domandavo se le grandi griffe avevano aperto per fare affari o solo per rappresentanza . Anche questa città è il paradiso dell ‘elettronica , di cosmetica , di orologi e di souvenir e cibo tradizionale cinese . Numerosissimi i centri commerciali , tra i più noti ricordiamo Landmark e Times Square nella zona di Hong Kong Island mentre Harbour City che e’ il centro commerciale più grande si trova nella zona di Kowloon .          I mercatini all’ aperto sono specializzati soprattutto per prodotti tradizionali e artigianali locali come per esempio il Mercato della Giada nel quale si trovano numerosi oggetti creati con la lavorazione di questa pietra . Essendo una città costruita sul Feng Shui , ogni grattacielo della città è stato progettato nel rispetto dei principi di questa antica arte .

Giorgio Armani in Hong Kong
Giorgio Armani in Hong Kong

 

Luxury Shopping in Hong Kong
Luxury Shopping in Hong Kong

 

Shopping Street in Kowloon
Shopping Street in Kowloon

 

SÃO PAULO

Sono particolarmente affezionata a questa megalopoli sudamericana , perché ci ho vissuto tra l’altro adoro i suoi abitanti , infatti il paulista medio è un gran lavoratore , curioso e aperto alle novità . Posso dire che questa è una città che offre tutto qualsiasi cosa si cerchi a tutte le ore del giorno e della notte . E’ la città più grande dell’ America Latina ed è il suo cuore pulsante in senso economico , purtroppo lo dico con dispiacere è una città dove si vive bene soltanto se sei benestante ed abiti in un quartiere ben localizzato . Come tutte le metropoli molto grandi è caotica , il traffico è stressante e si svolge tutto in modo molto frenetico . Ovviamente São Paulo detta tendenza sia per il Brasile che per tutto il Sud America , sia in fatto di shopping che di movida , di gastronomia e innovazione . Le novità che arrivano dall’Europa o dagli Stati Uniti passano sempre prima per la capitale paulista. Bisogna dire inoltre che il Brasile è diventata una meta molto cool per quanto riguarda gli acquisti soprattutto da quando sono diventate famose tutte queste modelle che provengono dal mio paese. Una delle zone top dove fare spese è sicuramente Jardins con i suoi negozi di tendenza e i suoi bar alla moda . La via più conosciuta è Rua Oscar Freire , che si trova in un crocevia tra tre quartieri Jardim Paulista , Jardim America e Jardim Europa . In questa strada si possono trovare boutique internazionali come Calvin Klein , Versace ,Cavalli, Cartier, Hermes ma i posti migliori sono occupati dai brand nazionali quali Ellus , Melissa , Havaianas , Osklen . Quest' ultimo è un marchio che è sempre alla ricerca di materiali innovativi ed ecologici . In questa zona ci sono molte altre strade da citare , tra queste ricordiamo la Bela Cintra e la Haddock Lobo . Per gli amanti degli Shopping Center come non menzionare lo storico Shopping Iguatemi oppure gli Shopping Ibirapuera e Higienopolis . Questa megalopoli è piena di centri commerciali , ogni quartiere ne ha diversi adatti a tutte le classi sociali . São Paulo ha molte affinità con New York , infatti se Rio è sole e mare , questa città è finanza, business e lusso , a questo proposito voglio concludere citando la famosissima Avenida Paulista che è la via più importante della città e suo cuore finanziario . Questa strada non si limita solo agli affari ma ha molti musei , cinema , locali , parchi e soprattutto un ampia scelta di luoghi dove fare buoni acquisti .

Melissa Gallery Rua Oscar Freire
Melissa Gallery Rua Oscar Freire

 

Riachuelo Concept Shop Rua Oscar Freire
Riachuelo Concept Shop Rua Oscar Freire

 

Shopping Iguatemi
Shopping Iguatemi

 

RIO DE JANEIRO

Tutte le volte che passo alcuni giorni in questa città , mi rendo conto sempre che non finisce mai di stupirmi. Rio va molto oltre i soliti itinerari turistici che ci vengono mostrati in televisione , ha infatti luoghi incantevoli in città conosciuti soltanto dai cariocas , come sono definiti i suoi abitanti . Rio è una città bohemien piena di fascino , di atmosfera e la sua natura non ha eguali nel mondo . Non a caso viene chiamata la città meravigliosa . La moda di Rio è soprattutto estiva , avendo sole caldo tutto l’anno si svolgono molte attività all’aperto . Il modo di vestire dei cariocas è molto sensuale , hanno una cultura di curare il proprio corpo come nessun altro , spesso si incontrano persone per strada che fanno attività fisica e in città è pieno di centri estetici , negozi di cosmetici e acconciatori . Le zone di cui parliamo per fare shopping sono il centro storico e la zona sud che si snoda sul lungomare affacciata sull’oceano atlantico con le sue spiagge famosissime tra le quali Copacabana e Ipanema sono le più conosciute . Come in tutte le metropoli ci sono innumerevoli centri commerciali , i più noti sono il Rio Sul che si trova all’inizio del quartiere di Copacabana, il Botafogo Praia Shopping con la sua vista che da direttamente sul Pan de Zucchero , il Fashion Mall a São Conrado che è uno dei più lussuosi , frequentato anche da vip e attori e che si trova di fronte la favela di Rocinha che è la più grande del mondo . Questa è una delle tante contraddizioni del Brasile , da un lato il lusso sfarzoso e dall’altro della strada la povertà . Il più grande centro commerciale della città è il Barra Shopping e si trova nell’omonimo quartiere di Barra di Tijuca .Io particolarmente preferisco fare shopping all’aria aperta e per questo raccomando il quartiere di Ipanema , il più elegante in assoluto dove sono distribuite tutte le boutique di prodotti nazionali come Havaianas, la famosa casa di design di gioielli H.Stern e i vari brand di bikini che a Rio giocano in casa . Tra questi ricordiamo la Garota de Ipanema , la cui proprietaria è la donna che ispirò Vinicius de Moraes e Tom Jobim per la famosa canzone conosciuta in tutto il mondo . Altre marche di bikini famose che hanno dislocati negozi in varie zone della città sono la Salinas e la Agua de Coco . Voglio citare inoltre Sobral un brand che produce bijoux di resina colorata in mille modi e uno stilista locale di nome Gilson Martins che ha varie boutique in molte zone della città , che in tutte le sue creazioni tipo borse , cinte e accessori vari omaggia sempre i monumenti simbolo della città meravigliosa , quali il Cristo , il Pan de Zucchero , il marciapiede di Copacabana ecc ecc . Per concludere , nel centro storico , in un palazzo antico per gli amanti della cosmetica si trovano Granado e Phebo , dove si possono trovare prodotti per la cura del corpo in molteplici aromi differenti anche con l’uso di frutti esotici a noi sconosciuti , io personalmente impazzisco per questo genere di cose e spesso vado lì a fare regali da riportare in Italia .

Farm Store  Ipanema
Farm Store Ipanema

 

Gilson Martins creations
Gilson Martins creations

 

Granado Shop
Granado Shop

 

Mercoledì, 07 Febbraio 2018 16:50

LE CITTA’ DELLO SHOPPING (Seconda Parte)

Copertina articolo città dello shopping 2

Continuiamo il nostro viaggio nelle capitali dello shopping . Viaggiare per me , soprattutto quando mi reco in queste destinazioni così ricche di opportunità di acquisto , mi da un adrenalina e mi fa superare anche tutte le barriere linguistiche . In questa seconda parte voliamo oltreoceano , alla volta degli States …

 

NEW YORK

Ci sono stata tanto tempo fa e sicuramente dovrei tornarci per osservare meglio con occhi di chi ora scrive di moda . Comunque quando sono stata ho fatto molti acquisti e in questa città c’è l’imbarazzo della scelta perché a New York si trova di tutto , è considerata da molti la città più importante del mondo . E’ talmente elettrizzante che potresti fare compere 24 ore su 24 , infatti non a caso è chiamata la città che non dorme mai. Ovviamente il quartiere di cui ci occupiamo è Manhattan con le sue strade note a tutti per lo shopping come la Fifth Avenue dove si possono trovare sia boutique che grandi magazzini , infatti è possibile trovare oltre un Apple Store, Bergdorf Goodman, Abercrombie & Fitch, Banana Republic, Gucci, H & M, Michael Kors, Prada, Victoria ‘s Secret, Tiffany & Co, e molti altri lungo tutto il suo percorso. La Broadway è una zona dove si possono trovare varie tipologie di negozi , da quelli di lusso a quelli per studenti e anche Grandi Magazzini . Tra quest’ultimi come non citare Macy’s a Herald Square oppure Bloomingdale’s . Quando penso a New York e la moda come faccio a non pensare a Sex and the City e le griffe citate nella serie quali Manolo Blahnik , Hermes , Jimmy Choo e altre . Inoltre da poco tempo ho saputo che Sarah Jessica Parker ha aperto un negozio di scarpe col suo marchio e io devo assolutamente conoscerlo . E’ consigliabile visitare questa città nel periodo pre-natalizio dove si possono ammirare gli addobbi per le feste dove New York non ha rivali .

Time Square
Time Square
Manolo Blahnik
Manolo Blahnik
Shopping in New York City
Shopping in New York City

 

MIAMI

Miami per me è l’ America Latina organizzata !!! Infatti essendo la porta d’accesso ai caraibi è una città multi etnica dove la comunità hispanica è predominante . Anche qui si possono fare ottimi acquisti , ed essendo una città di mare dove il clima è sempre mite , ovviamente la gente che si incontra per strada ha un abbigliamento prettamente estivo . La maggior parte dei bei negozi si trovano nel quartiere di South Beach , dove a parte la famosa Ocean Drive dove c’e’ la movida , l’alta concentrazione di hotel , ristoranti e locali notturni , si può vedere anche Casa Casuarina che è il luogo dove viveva e fu assassinato Gianni Versace . Lincoln Road è una via pedonale quindi l'ideale per una passeggiata nel segno dello shopping , io personalmente ho passato un pomeriggio intero in questa strada , ricordo di aver acquistato un vestito a quadri di Tommy Hilfiger e l’ho indossato la sera stessa ricevendo molti complimenti dalle persone che incontravo. Mi sono rimasti impressi in questa strada un negozio di Ralph Lauren e la galleria d’arte dell’ artista brasiliano Romero Britto. Vicino Lincoln Road ci sono altre due strade piene di bei negozi come Washington Avenue e Collins Avenue , dove per esempio si può trovare un grandissimo negozio di Victoria Secret che propone una vasta gamma di lingerie e accessori quali creme per il corpo e per la bellezza . Ovviamente sia a Miami che in tutte le città americane , tra una spesa e l’altra è doveroso fare una pausa in uno dei tanti Starbuck’s Coffee che si trovano in ogni angolo . Altri quartieri di questa città da consigliare sono Coral Gables e Coconut Grove dove si trova il famoso centro commerciale all’aperto Coco Walk . Per gli appassionati di Shopping Center posso citare l’ Aventura Mall , che ho personalmente visitato e dove ricordo di aver acquistato un mini trench da Armani Exchange che è una linea che Armani stesso produce solo per l’estero. Questo centro commerciale è molto grande e si trova di tutto dall’elettronica a prodotti alimentari , prodotti per il benessere   ecc . Il negozio più assalito dai turisti e non, è sicuramente quello di Abercrombie & Fitch .

Lincoln Road
Lincoln Road
Coco Walk- Coconut Grove
Coco Walk- Coconut Grove
Aventura Mall
Aventura Mall

 

LAS VEGAS

Al contrario di quello che si può pensare , la città del peccato non è solo per il gioco d’azzardo e la vita notturna, ma è un luogo dove ci si può dare allo shopping più pazzo e sfrenato . Ricordo una mia giornata tipo iniziata con un brunch nel casino hotel dove alloggiavo per poi proseguire sulla Strip che è la via principale che attraversa Las Vegas da un estremo all’altro . Passeggiando su questa strada si incontrano tutti i casinò che sono tutti a tema , tra i più importanti possiamo ricordare il New York New York , il Luxor , l’Excalibur , il Paris, il Bellagio , il Caesar Palace e il Venetian. Questi oltre ad avere le sale con le slot e i tavoli da gioco hanno di fatto ricostruito le varie città o ambientazioni da fiaba alle quali sono ispirate ed hanno una varietà di negozi di marca , essendo di fatto veri shopping center . In ognuno di essi si trovano negozio di Armani , Prada ,Marc Jacobs, Gucci e tutti i più grandi brand di moda sfoggiando il lusso più estremo , se si hanno soldi da spendere c’e’ l’imbarazzo della scelta. A Las Vegas mio marito mi ha regalato un paio di chicchettosi sandali di Manolo Blahnik , in vero stile Carrie Bradshaw . Tra un casinò e l’altro lungo la strada ci sono negozi immensi a tema anche per bambini tipo uno store con gagdet tutto a tema delle M&M’S oppure uno store della Coca Cola. Il tutto è corredato dalla bellezza della fontana a suon di musica del Bellagio . La notte è un esplosione di luci e si possono fare acquisti a tutte le ore .

Grand Baazar in the Strip
Grand Baazar in the Strip
Forum Shops Caesar Palace
Forum Shops Caesar Palace
Tematic Store in the Strip
Tematic Store in the Strip

 

LOS ANGELES

Quando si parla di shopping nella città degli angeli , la prima cosa che viene in mente è il quartiere di Beverly Hills con la sua Rodeo Drive che è una tappa da non perdere anche soltanto per ammirare le vetrine delle marche di moda più conosciute .Los Angeles è anche Hollywood , questo quartiere più turistico pullula di negozietti che vendono souvenir legati al cinema e alla cerimonia degli Oscar , anche se a West Hollywood si possono trovare boutique di tendenza come Stella McCartney , Balenciaga e Coach della quale adoro le borse . Ricordo quando andai a Los Angeles nel lontano 2007 , dopo aver passato una giornata sulle spiagge di Venice Beach e Santa Monica , la sera mi sono imbattuta nel Farmer Market, un outlet che all’epoca era una novità , infatti in Italia stavano sorgendo in quell’epoca . Questo Market è famoso anche per vendere specialità culinarie di tutti i tipi e provenienti da molti angoli del mondo . Non molto lontano si trova The Grove un centro commerciale a cielo aperto.

Hollywood Boulevard
Hollywood Boulevard
Rodeo Drive - Beverly Hills
Rodeo Drive - Beverly Hills
Stella McCartney store
Stella McCartney store
... continua
Martedì, 09 Gennaio 2018 22:56

LE CITTA’ DELLO SHOPPING (Prima Parte)

Spesso su siti web e riviste specializzate vengono stilate classifiche su quali siano le capital dello shopping , tra queste spesso sono citate Londra , Dubai , New York, Parigi , Roma, Milano e Tokio , io però vi descriverò soltanto quelle dove io sono stata e quindi vi racconterò le mie sensazioni in proposito . Ho deciso di dividerle in più parti , in questa ci occuperemo delle città europee.

ROMA

Cominciare dalla città eterna è doveroso perché è la città più vicina dove io vivo e quindi frequento di più . Inoltre è sempre bene ricordare che la moda italiana è di fama mondiale. Il mio innamoramento verso Roma è iniziato nel 2000 quando sono arrivata in Italia e subito ho notato che oltre a essere un museo a cielo aperto, è anche una città dove si possono fare ottimi acquisti . Il bello di questa città è perdersi andando a piedi per le piccole stradine del centro storico e frugare nei piccoli negozi se si vuole fare shopping alternativo , altrimenti le vie per gli acquisti di lusso sono le note Via dei Condotti ,Via Frattina e Via del Corso sempre nel centro oppure Via Cola di Rienzo nei pressi del Vaticano. Avendo fatto in passato la personal shopper , non posso non ricordare una giornata passata con una mia ex cliente che poi è diventata una mia carissima amica .Lei stava facendo un viaggio in giro per l’Italia e ha approfittato per venirmi a trovare . Sono stata molto contenta quando mi ha chiesto di accompagnarla in una giornata sfrenata di shopping in giro per la capitale . Abbiamo praticamente dimenticato quasi di pranzare per quanto eravamo entusiaste di entrare in tantissimi negozi , ricordo che partimmo da Via Nazionale per arrivare in centro nelle vie sopra citate a ridosso di Piazza di Spagna , fino alla Galleria Alberto Sordi . Da Falconeri alla Kipling , passando per Bottega Veneta , Stuart Weitzman , Pinko fino al meraviglioso negozio di Furla , sono solo alcuni dei punti dove siamo entrate ad acquistare …

Via dei Condotti
Via dei Condotti
Furla – Piazza di Spagna
Furla – Piazza di Spagna
Galleria Alberto Sordi
Trussardi - Galleria Alberto Sordi

MILANO

Chi non ha mai sentito parlare di Via Montenapoleone ? Questa è la via più lussuosa di Milano che in Italia è considerata la citta più fashion in assoluto . Tutte le griffe dell’alta moda italiana e internazionale hanno boutique che le rappresentano a Milano e la maggior parte sono concentrate tra Via Montenapoleone e Via della Spiga . Come non parlare di Corso Vittorio Emanuele II e la relativa galleria nei pressi di Piazza Duomo . Sono stata a Milano un paio di volte e mi ha colpito per la sua eleganza , la sua anima cosmopolita e il suo modo di stare sempre avanti con i tempi . L’ultima volta sono stata in questa città in occasione dell’ Expo ed ho osservato nelle vie del centro l’eleganza delle boutique e delle persone che ci vivono .

Galleria Vittorio Emanuele II
Galleria Vittorio Emanuele II
Dolce & Gabbana – Via della Spiga
Dolce & Gabbana – Via della Spiga
Brunello Cucinelli – Via Montenapoleone
Brunello Cucinelli – Via Montenapoleone

PARIGI

Io adoro la romantica e raffinata Parigi , ci sono stata due volte .Quando cammini per le stradine tortuose di alcuni quartieri tipo Montmartre ti senti risuonare nel cervello la famosa canzone La Vie en Rose .In questo quartiere alternativo in tutti i sensi si possono comprare oggetti vintage e ricercati . La zona più rinomata resta però quella degli Champs-Élysées piena di boutique di lusso , camminando in questa strada salta all’occhio il palazzo di uno stilista che gioca in casa come Louis Vuitton . Costeggiando il Louvre ci sono bei negozi in Rue de Rivoli e nella lunghissima Rue Saint-Honoré . Quest’ultima io l’ho girata su e giù per un pomeriggio intero perché cercavo una boutique che vendeva grandi marchi a buon mercato che avevo visto in un documentario tempo prima , ma dopo aver camminato molto come una pazza mi sono resa conto che non esisteva più . Però nello stesso tempo ho avuto modo di ammirare molte vetrine situate in questa strada che sempre fanno bene agli occhi . Per concludere posso citare le Galeries Lafayette dove si trovano tutte i grandi marchi.

Avenue des Champs Elysées et Arc de Triomphe
Avenue des Champs Elysées et Arc de Triomphe
Luis Vuitton – Avenue des Champs Elysées
Luis Vuitton – Avenue des Champs Elysées
Shopping in Paris
Shopping in Paris

LONDRA

In questa città ci sono stata soltanto una volta e anche per poco tempo , per cui mi sono ripromessa di tornarci al più presto. Londra viene descritta la città dello shopping per eccellenza , è elegante e alternativa allo stesso tempo , è il fulcro dell’Europa in quanto a nuove tendenze . Quando penso a Londra subito mi vengono in mente nomi come Stella McCartney , Vivienne Westwood e il leggendario Paul Smith . Una delle vie più eleganti è Regent Street che offre un ottima varietà di punti vendita alla moda e di fascia media . Camminando lungo questa strada è doveroso fare una sosta nella bottega delle scarpe Church’s marchio antico e simbolo Britannico. Come non citare la leggendaria Carnaby Street molto in voga negli anni 60 e ancora oggi ricca di ispirazione per il genere d’abbigliamento alternativo . Covent Garden è perfetta per gli amanti dell’artigianato con il suo Market e per chi vuole fare regalini originali . Notting Hill conosciuto in tutto il mondo per il film con Hugh Grant e Julia Roberts , è un quartiere dove il bello è perdersi nelle viuzze con i suoi negozietti di abbigliamento vintage e antiquariato senza avere fretta perché così facendo si acquista facendo veri affari . Stesso discorso vale anche per il mercato di Portobello Road e le sue innumerevoli bancarelle . Ovviamente non dobbiamo dimenticare Harrods , il Grande Magazzino di lusso più famoso del mondo e antichissimo le quali origini sono del 1834 . Un'altra zona da citare sempre per i suoi Grandi Magazzini è quella di Ofxord Street .

Carnaby Street
Carnaby Street
Paul Smith in London
Paul Smith in London
Harrod’s
Harrod’s
… continua
Lunedì, 11 Dicembre 2017 12:46

Lady Diana

Lady Diana Oggi vi parlerò di una principessa … che non ha bisogno di presentazioni e che anche se scomparsa da vent’anni è sempre viva nell’immaginario di tutti. Su Lady Diana se ne sono sentite di tutti i colori nel corso degli anni . A me personalmente , avendo visto vari documentari su di lei , mi hanno colpito le sue intuizioni , il famoso sesto senso che tutti abbiamo. Si dice che quando il Principe Carlo le chiese di sposarlo una vocina dentro di lei le diceva che non sarebbe mai diventata una regina e così purtroppo per i motivi che tutti sanno , è stato. Accettò dopo lunghe riflessioni ed ebbe quindi inizio il suo mondo di favole e …delusioni . Alcuni giornali la definirono ragazza goffa per poi consacrarla in seguito a icona dello stile,io l’avrei definita semplicemente una ragazza timida e naturale . Lady D catturò l’attenzione della moda e non solo , il giorno delle sue nozze con quel vestito favoloso e sontuoso disegnato dagli stilisti inglesi David ed Elizabeth Emanuel .

Lady Diana Wedding
Lady Diana Wedding

Lei all’inizio non era una vera e propria appassionata di moda , era la tipica ragazza inglese di campagna che non sapeva nulla al riguardo , iniziò ad avvicinarsi a questo mondo ispirandosi alla principessa Grace di Monaco . Il suo cambiamento di look comunque ebbe inizio quando decise di cambiare pettinatura , spesso succede che le donne che vogliono cambiare la propria vita iniziano partendo proprio da un taglio radicale ai loro capelli . Inoltre bisogna dire che dopo il traumatico divorzio , si è trasformata in una vera e propria icona fashion in quanto non essendo più costretta a rispettare le etichette della famiglia reale poteva sbizzarrirsi ad indossare ciò che meglio desiderava. Uno degli stilisti che l’ha vestita di più e’ stato il suo amico inglese Bruce Oldfield ma è stata richiesta dai più grandi stilisti di haute couture del mondo .

Lady Diana in Bruce Oldfield
Lady Diana in Bruce Oldfield

Ricordiamo la sua amicizia con Gianni Versace , il quale ha avuto gran parte del merito di far diventare Lady Diana la regina dello stile .

Lady Diana in Versace
Lady Diana in Versace

Era una persona aperta a tutto , era molto umile e stava vicino alla gente spesso quando visitava un paese era solita indossare creazioni di uno stilista locale .

Lady Diana in Traditional Japan Kimono
Lady Diana in Traditional Japan Kimono

Sono stati creati tanti accessori in suo onore , come la D Bag di Dior per esempio, ancora oggi molto attuale .

Christian Dior Lady Dior Large Bag
Christian Dior Lady Dior Large Bag

Per concludere , direi che Lady D è stata per la moda come Re Mida che trasformava in oro tutto quello che toccava . Del resto come questo metallo che resiste nel tempo , lo stile e l’eleganza della principessa sono vivi ancora oggi e rimarranno nel tempo.

Diana Best Looks
Diana Best Looks
Mercoledì, 08 Novembre 2017 16:01

MODA PIGIAMA-VESTAGLIA

Il-pigiama-è-il-capo-must-della-stagione

Viviamo, purtroppo , in un epoca dove la vita va di corsa e tutto si svolge in modo frenetico. Dove cavolo dobbiamo andare con tutta questa frenesia ? Per me il lusso più grande che ci dovremmo poter permettere è ricavare nell’arco della nostra giornata un po’ di tempo da dedicare a noi stessi , come dice il famoso detto made in Italy Dolce far niente .E’ proprio da questo modo di pensare ,che va controcorrente alla frenesia dei tempi moderni , che gli stilisti ultimamente stanno proponendo creazioni che si ispirano al pigiama e alla vestaglia , come capi d’abbigliamento da indossare anche per uscire . Ciò va interpretato come portare il conforto che abbiamo in casa nei momenti di relax , per strada. Chiaramente mi rendo conto che indossare un capo che dalla camera da letto va in strada può risultare stravagante .Però allo stesso tempo credo che tutti con un pizzico di buon senso lo possiamo mettere , perché oggi la moda, che come dico io è democrazia , ne propone di tutti i generi . Ce ne sono di più discreti a tinta unita, come quelli a righe , a fiori e a varie fantasie, cosi come per i tessuti si svaria dalla seta ai cotoni ecc. Io credo che comprerò quanto prima un abito di questo genere perché a me personalmente fa impazzire l’idea e credo che quest’ultima tendenza che continuerà anche il prossimo anno sia un messaggio da parte della moda che ci invita a coccolarci di più .

Talleur sleeping pajamas
Talleur sleeping pajamas

Street sleeping pajamas
Street sleeping pajamas

Night dressing style
Night dressing style

Trend Night dressing fashion Paris
Trend Night dressing fashion Paris

Kate Bosworth and Kirsten Dunst H&M collection
Kate Bosworth and Kirsten Dunst H&M collection

Stella McCartney collection
Stella McCartney collection

Erika Cavallini and Dolce & Gabbana collections
Erika Cavallini and Dolce & Gabbana collections

Zara style
Zara style
Mercoledì, 25 Ottobre 2017 06:54

­KIMONO

Ragazza in kimono in bicicletta Scusatemi se non mi sono fatta viva per un po’ , forse negli ultimi tempi mi è mancata l’ispirazione giusta , l’altro giorno sfogliando Marie Claire , ho visto le ultime novità dei cappotti che andranno di moda in questo inverno e mi hanno ricordato vagamente il kimono , per cui è proprio di quest’ ultimo indumento che vorrei parlarvi. Il suo nome ci porta lontano con l’immaginazione fino all’estremo oriente e precisamente in Giappone , le sue origini ovviamente antichissime , vennero influenzate dai tradizionali abiti di seta cinese .
Memorie di una Geisha film
Memory of Geisha movie
La parola Kimono significa abito , qualcosa da indossare , all’inizio era indossato soltanto dalle donne e veniva considerato biancheria intima, in seguito cominciò ad essere indossato come abito vero e proprio sia dalle donne che anche dagli uomini. Generalmente viene abbinato ai tradizionali sandali giapponesi chiamati Zori . Nella maniera più tradizionale è sempre di pregevole fattura ed è tutto fatto a mano e come sempre il modello da donna ha molta più varietà sia di tessuti, di forme , di colori e decorazioni , rispetto a quello da uomo che di solito è di un unica forma e ha i colori più classici e generalmente spenti .
Kimono tradizionale donna
Woman Traditional Kimono
Kimono tradizionale uomo
Man Traditional Kimono
Come già vi avevo parlato nell’articolo del Sari , anche per il Kimono si usano diversi modelli a seconda delle occasioni , oppure contraddistinguono la classe sociale e lo stato civile di una donna , nubile o sposata . Vi cito alcuni modelli da donna tra i più usati nell’epoca moderna : Il FUORISODE, viene indossato dalle ragazze nubili e ha le maniche lunghe e riccamente decorate.
Donne in kimono Fuorisode
Il TOMESODE, viene invece indossato dalle donne sposate e presenta le maniche più corte e il più classico è di colore nero ed ha decorazioni nella parte inferiore.
Kimono Tomesode
L’HOMONGI è un modello che di solito viene indossato nelle feste e nelle cerimonie ufficiali come abito d’epoca , su di esso generalmente sono dipinti gli stemmi della famiglia.
Kimono Homongi
Il TSUKESAGE è meno formale rispetto agli altri sopracitati e non ha uno specifico design.
Kimono Tsukesage
Il KOMON sia usa per occasioni private è di solito è decorato a seconda del proprio gusto.
Kimono Komon
Chiaramente nell’epoca antica era sempre di pregevole fattura essendo esclusivamente cucito e dipinto a mano ed era di seta mentre nell’era moderna , a causa della produzione industriale il livello dei tessuti , spesso sintetici , è di qualità inferiore per cui il costo è alla portata di chiunque . Ve ne ho voluto parlare perche’ questo abito tradizionale e sensuale allo stesso tempo , oltre che ad essere un simbolo del paese del sol levante ha ispirato la moda attuale , le sue forme vengono poi esaltate quando si indossa la cintura chiamata Obi . Questa ultima , come per il Kimono, nella versione femminile presenta più varietà di colori e decorazioni dipendendo sempre dalle occasioni , dall’età , dalla classe sociale. Il Kimono ha ispirato e continua ad ispirare i grandi stilisti che prendono spunto da questo tradizionale abito giapponese per le proprie creazioni.
Kimono Emilio Pucci creation
Emilio Pucci creation
Kimono Zara Fashion Summer Collection 2017
Zara Kimono Fashion Summer Collection 2017
Kimono di Memorie di una Geisha
Blue Girl, Memory of Geisha movie inspiration
Sabato, 16 Settembre 2017 16:00

Occhiali da sole

fashion_sunglasses Questa volta vorrei parlarvi di un accessorio che e’ diventato indispensabile . Tutti li usiamo, oltre a proteggerci dal sole , gli occhiali sono parte integrante del nostro look quotidiano ma anch’essi hanno origini antiche . Già dalla preistoria il popolo Inuit aveva inventato un qualcosa che li proteggesse dagli intensi raggi solari , usavano infatti zanne di avorio di tricheco con piccole feritoie . All’epoca degli antichi romani , si narra che Nerone quando assisteva alle battaglie dei gladiatori usava poggiare due smeraldi sui propri occhi per allievare i riflessi del sole . In Cina per esempio i giudici quando presiedevano i processi erano obbligati ad usare cristalli di quarzo allo scopo di nascondere l’espressione degli occhi durante gli interrogatori . Le prime lenti , fatte appositamente per proteggere la vista dai raggi ultravioletti vennero prodotte nelle vetrerie di Murano , pensate per preservare la vista dal riverbero della luce sull’acqua della laguna.Grazie a Sam Foster negli anni 20 è partita la prima produzione industriale di occhiali da sole e con il suo marchio Foster Grant ha introdotto il concetto di collezione.Il modello Aviator, nato negli anni 30, per proteggere gli occhi dei piloti di aereo è senza dubbio uno dei più noti. Come sempre il cinema trasmette tutto in modo rapido e virale, infatti il famoso marchio Ray-Ban , icona mondiale del settore, ha venduto negli anni 80 moltissimi esemplari del suo Aviator che fu reso popolare in tutto il mondo grazie al film Top Gun .
Tom Cruise
Tom Cruise, Aviator Ray-Ban,Top Gun Movie
L' occhiale a lenti Rotonde è stato uno dei primi, di solito la sua forma presentava lenti piccole e circolari e grazie al movimento degli hippies negli anni 60 questo modello fece molto successo, infatti rendeva chic e alternativo chiunque lo indossasse. Chi non ricorda John Lennon con questo modello … peace and love ?
john lennon_sunglasses
John Lennon
hippies_sunglasses
Hippies Sunglasses
Un altro modello che ha avuto molto successo grazie al cinema è stato il modello Lolita con le lenti a forma di cuore grazie all’ omonimo film di Stanley Kubrick . Il modello Occhi di Gatto era molto in voga negli anni 50 tra le donne più estrose e le rendeva moderne e affascinanti .Una delle immagini che rendono l’idea è sempre l’ intramontabile Audrey Hepburn . Questo è un modello che va di moda ancora oggi .
lolita_sunglasses_model
Lolita Sunglasses
rihanna_cat_eye_sunglasses
Rihanna , Cat Eye Sunglasses
Il modello Wayfarer,meglio conosciuto come occhiale a lente di forma quadrata ha avuto il suo maggior successo nell’epoca della Pop-Art e sono stati indossati da moltissime star tra le quali Bob Dylan, Andy Warhol e James Dean . Anche qui Ray-Ban fa la parte del leone in quanto il suo modello Wayfarer è stato il più venduto e il più imitato in assoluto . Indubbiamente uno dei modelli più popolari è quello con lenti a specchio , molto estivi se ne trovano dei colori più disparati , tuttavia gli occhiali da sole sono sempre in evoluzione, attualmente tutte le case di moda importanti hanno una propria linea di occhiali da sole, ce ne sono per tutti i gusti e per ogni forma di viso, sono sempre più leggeri e nelle lenti moderne il vetro è stato sostituito dal policarbonato.
rayban_popart
Ray-Ban Pop Art
Anche le forme dei modelli più classici vengono di anno in anno rivisitate in base alle tendenze di moda in arrivo. In molti casi gli occhiali da sole sono un accessorio che fanno parte integrante del look di molti personaggi del mondo della moda e dello spettacolo e per concludere vorrei citare la leggenda dello stile Iris Apfel che dice in una delle sue tante frasi «Trovate la forma di occhiali perfetta per il vostro viso e non abbandonatela mai ».
spring_summer_2017
Spring Summer Collection 2017
Iris_Apfel_Selima_Optique
Iris Apfel , Selma Optique

Mercoledì, 26 Luglio 2017 13:43

Havaianas

Copertina fantasia Havaianas

Come dice un vecchio detto brasiliano niente si crea tutto si copia. Le Havaianas infatti nascono prendendo spunto dal tradizionale sandalo giapponese chiamato Zori ,la classica ciabatta che si usa quando si indossa il kimono e le cui suole sono fatte con paglia di riso . Il marchio Havaianas è nato nel 1962 producendo queste ciabatte il cui nome omaggia le mitiche isole Hawaii che sempre grazie al cinema in quell’epoca erano la meta di vacanza dei sogni di tutti i brasiliani.

Traditional Japanese Zo
Traditional Japanese Zori


PROPAGANDA HAVAIANAS
Questi sandali di gomma erano vendute all’inizio inviando venditori sulle classiche Combi della Volkswagen che si recavano in ogni angolo del Brasile .Loro con gli altoparlanti nelle piazze di citta’ e cittadine incuriosivano i passanti che finivano per acquistare queste infradito . Erano vendute in modo semplice imballate in sacchetti di plastica a prezzi economici. Vennero subito denominate ciabatte dei lavoratori e a volte anche ciabatte da povero. Considerando il clima tropicale del Brasile, tutti gli operai e i contadini usavano havaianas per andare al lavoro. Mi ricordo mio padre che andava a lavorare nei campi indossando il modello con suola bianca e infradito blu  che all’epoca erano l’unico modello prodotto .

Havaianas Classic Model
Havaianas Classic Model


Negli anni 70  gli hyppie cominciano ad usare havaianas cominciando a renderle più di tendenza .Io posso testimoniare la loro evoluzione  in prima persona perché praticamente sono cresciuta con loro , mi ricordo che quando non essendoci la scelta di colori che abbiamo oggi , ci divertivamo a rigirare le suole invertendole con gli infradito in modo da avere un colore diverso da quello originale . Per un errore di fabbrica è uscito un modello con infradito verde che è andato a finire sugli scaffali riscuotendo un ottimo successo e da lì l’azienda ha capito che doveva cominciare a produrre modelli di colori più vari .Pian piano con il passare degli anni fino ad oggi diventano un prodotto talmente popolare che le indossano praticamente tutti senza distinzione di ceto sociale . I brasiliani cominciano ad avere collezioni vere e proprie, in alcuni casi anche una di colore diverso per ogni occasione. Già da alcuni anni questo sandalo e il suo marchio sono esportati in tutto il mondo e i modelli sono sempre più in evoluzione con vari tipi di collezione. Si va dal modello semplicissimo , a quelli con il marchio della bandiera del brasile  poggiato sull’infradito , a quelle più sofisticate tipo con l’inserimento di accessori anche costose. Molto famosi i modelli con l’inserimento di Swarovski o modelli nati dalla collaborazione con stilisti di fama mondiale, case cinematografiche  o gioiellierie come ad esempio il noto marchio di gioielli H.Stern.

Havaianas Brasil
Havaianas Brasil

 

Havaianas Swarovsky
Havaianas Swarovsky

 

Havaianas Missoni
Havaianas Missoni

 

Havaianas Kids
Havaianas Kids Cars Model

 

Havaianas H.Stern
Havaianas H.Stern


 Il loro grande successo è dovuto dal fatto che allo stesso tempo sono semplici e confortevoli e possono essere  allo stesso tempo sofisticate e molto raffinate . Dal 1962 ad oggi ne hanno fatta di strada , da semplici sandali per contadini e lavoratori ad accessorio super fashion indossato anche nella notte degli Oscar.

Havaianas Oscar Night Model
Havaianas Oscar Night Model

 

Havaianas Slim Summer Collection 2017
Havaianas Slim Summer Collection 2017


Attualmente il brand Havaianas ha un fatturato notevole a livello planetario , e negli ultimi anni ha messo sul mercato linee di occhiali da sole , mini bag , clutch per cellulari , portachiavi e altri accessori sempre in quella gomma di infinite colorazioni che ha sempre contraddistinto il marchio Havaianas . Io le adoro in ogni loro forma e modello , ogni anno che torno nel mio paese vorrei avere valigie sempre più spaziose per potermi riportare in Italia tutte le novità che questo marchio propone .

Havaianas Sunglasses
Havaianas Sunglasses

 

Havaianas Minibags
Havaianas Minibags

 

Havaianas Clutch
Havaianas Clutch

 

Havaianas Keyrings
Havaianas Keyrings